BLOG

Tour Giappone

Terza tappa del Tour: Okinawa



112

Terza tappa del nostro viaggio è l’arcipelago di Okinawa, costituito da circa 160 isole. Il periodo migliore per andarci va da maggio a ottobre, anche se a giugno è abbastanza piovoso e agosto a rischio tifoni. Il mare, soprattutto nelle piccole isolette, è davvero cristallino e ricco di bellissimi fondali. Si notano influenze di vario tipo, cinesi, maori, e di tutte le popolazioni limitrofe. Ci si arriva da vari aeroporti del Giappone e da alcune città dell’Oriente.

Arrivati a Naha, per la nostra prima visita ci dirigiamo verso il porto per prendere un traghetto di 50 min verso l’isola di Zamami, qui ci fermiamo in una spiaggetta dove prendiamo il kayak e raggiungiamo un piccolo atollo a breve distanza, da cui fare snorkeling e dove si possono ammirare molte specie marine e tantissimi coralli e tartarughe. Da Zamami è facile fare piccole escursioni in bici per visitare tutte le sue spiagge.

Proseguendo alla scoperta di Naha visitiamo è il Makishi Public Market, un mercato del pesce ma anche di bancarelle tradizionali, attraversiamo la Yachimun Pottery Street, una via di negozi artigianali di ceramica molto bella e prendiamo la Monorail (metropolitana sopraelevata ad una rotaia unica, che attraversa Naha per 13 km) per raggiungere il Castello di Shuri, situato su una piccola collina che sovrasta Naha, antica capitale del regno di Ryukyu. Lasciamo l’isola di Okinawa con l’augurio di ritornare presto a scoprire altri luoghi misteriosi di questo Paese dalla storia millenaria e dalla natura ammaliante.